Se state pensando al porno vi sbagliate di grosso. Non mostreranno nulla ma saranno sensuali, violente, deludenti, insomma intime. Saranno citazioni che ricorderanno perché non è tutto come nei film.

james-franco-tacle-the-amazing-spider-manMi ha fatto venire voglia di andarci ancora più pesante, ma ci stavo già mettendo talmente tanta forza che ansimavo. Gli incavi dei fianchi sembravano d’aria per tutto quel movimento. Ho guardato giù la sua faccia bianca e piatta. Fottiti, ho detto, ma non ad alta voce. Poi ho preso il ritmo: a ogni colpo dicevo fottiti, ma solo a mente. Colpivo con forza e veloce e la guardavo dritto in quei suoi occhi da demonio mezzi chiusi, tipo occhi di serpente, e a mente urlavo fottiti, fottiti, fottiti. Ma non riuscivo a venire. Dopo un po’, ero veramente stanco e con la testa svuotata. Ho smesso di muovermi.

Sono rimasto sopra di lei e non l’ho tirato fuori. Ho messo la faccia sul cuscino accanto alla sua e ho cercato di non ansimare. Ero stanchissimo e deluso, soprattutto ero deluso perché sapevo che questa donna era vuota e sola e mi aveva portato insieme a lei nel suo spazio vuoto. Ogni volta che immagino le stanze buie sul retro del mondo, gli angoli freddi pieni di gente sola, penso a quella stanza del magazzino con la donna demonio dalla faccia piatta.

[James Franco, Il manifesto degli attori anonimi, traduzione di Tiziana Lo Porto, Bompiani, 2015, pp. 75-76]

Annunci