Cerca

Il mondo urla dietro la porta

Libri, biscotti, sangue e caffè

Categoria

Recensioni

L’uomo Kent Haruf: Le nostre anime di notte

Kent and grandson, Henry, 2011
Kent and grandson, Henry, 2011

Quando Kent Haruf spiega com’è diventato scrittore, racconta di quando, da piccolo, aveva una malformazione al labbro e passò molto tempo in solitudine. Proprio in quel periodo ha imparato una parte fondamentale del mestiere di scrittore: registrare il mondo circostante e sentire gli altri. Diventato un insegnante i suoi vicini, una famiglia che viveva in un campo di roulotte, gli chiese cosa faceva per vivere e lui rispose che insegnava a scrivere. Quelli pensarono che insegnasse calligrafia e Haruf dice che sarebbe stata una risposta più plausibile rispetto all’insegnare come scrivere bugie convincenti. Continua a leggere “L’uomo Kent Haruf: Le nostre anime di notte”

Piccolo dizionario fantastico e del terrore: Alla conquista della luna di Emilio Salgari

alla-conquista-della-luna

Emilio Salgari fa parte di una letteratura sommersa perché la sua produzione e immensa. Eppure non sembrerebbe perché si continuano a stampare, tra le ultime e più complete edizioni, Tutte le avventure di Sandokan o Tutte le avventure dei corsari. È un autore che fa parte di quell’editoria dei classici, con edizioni sicuramente curate, ma spesso relegato a età e obiettivi circoscritti. Senza poi nominare la sensazione dei lettori, una sorta di timore reverenziale a causa di una produzione troppo estesa per riuscire a coprirla tutta. Continua a leggere “Piccolo dizionario fantastico e del terrore: Alla conquista della luna di Emilio Salgari”

Prima del Furore c’era Old Jack

Wendell Berry ha una personalità particolare ed è così forte e caratteristica nella letteratura americana contemporanea da sovrapporsi alle sue opere. È un american hero e non c’è nessuna retorica in questo, nessuna esaltazione troppo entusiastica di gesta percorse dal sensazionalismo americano. Probabilmente perché Berry è depositario di un sapere passato, un modo di essere umano, prima che americano, che trova perfetta realizzazione nel rapporto con la terra e non ha intenzione di abbandonarlo. Vuole coniugare l’attività artistica con la missione culturale e ambientale. Continua a leggere “Prima del Furore c’era Old Jack”

Il west di un dio senza nome: L’ultimo serpente di A.B. Guthrie

15871071_10210553591703433_1256195509_nUna delle caratteristiche del west è il suo essere atemporale: sappiamo cos’è stato, sappiamo quando è stato, ma le storie non lo rivelano mai – a meno che non ne facciano esplicito riferimento. A orientare all’interno della letteratura western è l’unica informazione geografica disponibile: l’ovest. Continua a leggere “Il west di un dio senza nome: L’ultimo serpente di A.B. Guthrie”

Raccontare è eliminare: Ragioni per vivere di Amy Hempel

Maestre del racconto è una rubrica che congiunge scrittrici e racconti. Si vedrà come suggestioni racchiuse in poche pagine si coniugano con la vita e la scrittura di queste donne. Non si parla di scrittura di genere – se mai esiste non sono in grado di distinguerla. Qui si giudicano i libri, i racconti, l’importante è la verosimiglianza e la capacità di suscitare un fenomeno lontano e complesso come l’empatia.

Senza titolo-123 Continua a leggere “Raccontare è eliminare: Ragioni per vivere di Amy Hempel”

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: